Malvagna 1° Raduno Di Zampogne e Ciaramelle 11 Dicembre

radunozampogna1° Raduno Di Zampogne e Ciaramelle
Musica popolare di Malvagna, ridente comune alcantarino, alle pendici dell’Etna e della riserva Naturale Orientata dei Monti NebRodi. Da sempre culla della musica popolare, madre di talenti e fiore all’occhiello di tutta la provincia per la sua indiscussa genetica artistica. Nel caso di specie, un evento esclusivo per Malvagna e il suo comprensorio, un raduno in cui a radunarsi saranno dei musicisti che condividono la stessa passione: la misteriosa passione per uno strumento altrettanto misterioso e fantastico ma non solo. La serata infatti sarà animata dalla zampogna, ovviamente , ma anche da altri strumenti che grazie alle magistrali interpretazioni di alcuni grandi musicisti che interverranno in tal senso ci faranno rivivere la magia della musica popolare, riportandoci ai tempi antichi in cui a Malvagna si respirava un ossigeno di cultura musicale non indifferente. Anni in cui, grazie alla valorizzazione di alcuni interpreti (strumentali e canori) quali NINO Genovese, Antonino Trapanotto e tutti i cantori della famosa Chianisa (canto popolare polivocale ad accordo ) quali IGNAZIO PANEBIANCO E NINO PANEBIANCO, SPOSITO CARMELA, FUCILE PAOLA, I FRATELLI SPOSITO, NINO PASSANITI , ECC da parte di alcuni grandi amici quali Mario Sarica , Sergio Bonanzinga e il grande, ad oggi musicista tra gli angeli del grande Padre, Orazio Corsaro che con grande dedizione ed enfasi riuscirono a dare la meritata valorizzazione e a scoprire il giusto peso di questi grandi artisti facendo sconfinare dai confini Malvagnesi quel patrimonio artistico culturale e musicale che fino ad allora si era fermato solo alla rude interpretazione durante i momenti di lavoro nei campi o tra una Barba e l’altra dei tanto frequentati saloni da barba di un tempo. Allora, grazie ai suddetti amici, la musica popolare Malvagnese fece capolino, riscuotendo non pochi successi, fino, pensate a Firenze, laddove furono ospitati in un noto teatro ad esibirsi in quella che ,volgarmente , veniva chiamata “a chianisa”. Allora a sostegno di tale esibizione e a proposito di zampogna, intervenne il grande Sostene Puglisi, che con la sua “ciarammidara” (famosissimo brano dei peloritani) portó lo stile agreste e pastorale della zampogna messinese fin li su in Toscana. Anche per questo infatti con immenso onore e altrettanta Gioia ho esteso l’invito anche a lui nuovamente a Malvagna in occasione di questo raduno, così da valorizzare si la continuità di noi giovani ma senza mai tralasciare le origini, le nostre origini, musicali e non, rappresentate da capostipiti della musica popolare della zampogna quali Il grande Sostene per l’appunto Ma anxhe gli illustri maestri Franco Venuto Savatore Vinci, Pippo Carpita , U Ziu Turi Brisagghia di Maletto, il grande Nino Caserta, Gemino Calà che vantando di avere qualche capello bianco in più sono stati sempre modelli ideali della tradizione popolare arricchitasi sempre e continuamente da altrettanti maestri orgogliosamente più giovani quali Rosario Altadonna, Salvatore Perna, Giuseppe Centonze (Cettina Giuseppe Centonze Marano) che seppur con la loro giovane età hanno fatto riscoprire ai giorni nostri il fascino della valorizzazione di ciò che non era solo argomento di altri tempi, anzi….
Questi pertanto, insieme a tutto il resto degli amici non meno importanti ovviamente già solo per la tenera età in cui si rapprsentano interverranno con immenso onore nel nostro Raduno così da creare quella famosa continuità tra il “ieri” e l'”oggi” tra coloro i quali rappresentano dei vertici e tutti coloro che non ho nominato, ma non di certo meno talentuosi e professionisti, tutti quegli amici per l’appunto che mi onoreranno , spero,della loro partecipazione, sicuramente considerati “patrimonio dell’umanità musical-popolare” già solo per la passione e la dedizione con cui sicuramente difenderanno per la vita tutto ciò che in tale senso diversamente rischierebbe di estinguersi.
rimanendo sempre a disposizione per tutti gliamici per qualsiasi chiarimento o informazione in merito alla giornata dell’11, non mi resta solo che aspirare a una bellissima giornata, nonché alla buona riuscita dell’evento, affinché questo possa essere , di anno in anno, un certo appuntamento che ci rivedrà uniti all’insegna della buona musica, della fratellanza, del rispetto reciproco, del divertimento, dell’amicizia vera E dell’allegria tipica della natura di questo tipo di eventi. A breve informazioni e dettagli specifici…cercherò di ricontattarvi uno ad uno, Per avere conferma sull’eventuali partecipazioni. Nel caso in cui dovessi dimenticarmi di qualcuno vi prego affinché voi, facilitandomi le operazioni possiate informarmi sulla vostra partecipazione appena possibile. Colgo l’occasione per porgere le mie scuse nel caso in cui peccassi di qualche formalismo in queste fasi di organizzazione e informazione, ma capite bene che saremo in tanti e dietro a questi eventi vi è tanta organizzazione. Quindi vogliate scusare se dimentico qualcuno e piuttosto vi chiedo la gentile cortesia di aiutarmi a ricordare eventuali partecipanti einviti nei confronti di amici in merito ai quali non è stato ancora fatto riferimento. Tutti coloro che interverranno o che vorranno intervenire, senza dubbio alcuno presentano la stessa importanza e la stessa mia stima E di essi sarò lusingato e onorato in egual misura della loro squisita e partecipazione. Auguro a tutti voi una felice serata con l’impegno di sentirvi al più presto per comunicarvi ulteriori informazioni e dettagli in merito alla giornata dell’11. Un caloroso abbraccio . Ignazio Panebianco

http://www.facebook.com/EventiSagreDiSicilia

Condividi sui Social!